Esportare in Oman

Normativa doganale

L'Oman, Sultanato del Golfo Persico, è riuscito  a creare una buona base di stabilità all'interno dei propri confini e una grande solidità nei dialoghi con la comunità internazionale, grazie ad un'ottima capacità di rapporti con l'estero e un rapido sviluppo industriale .

L'Oman fa parte del Consiglio di Cooperazione del Golfo (GCC) insieme a Kuwait, Arabia Saudita, Qatar, Bahrein ed Emirati Arabi Uniti.

Tale unione doganale prevede una tariffa doganale comune esterna del 5%  su una vasta gamma di prodotti provenienti da Paesi esterni al Consiglio.

All'imposta doganale tuttavia viene sempre aggiunto un margine per le fluttuazioni di valuta e le spese di spedizione da pagare in valuta estera, quindi le imposte doganali effettive ammontano a un valore compreso  tra il 5% e l’8%.

Alcune tipologie di beni come la carne di maiale e i suoi derivati, il tabacco e gli alcolici sono soggetti ad un dazio del 100%.

Non sono previsti dazi di esportazione.

Il mercato dell'Oman ha delle regole piuttosto semplici e i requisiti per accedervi sono fondamentalmente gli stessi degli Emirati Arabi Uniti. Non esistono infatti significative barriere commerciali a scopo protezionistico.

Le importazioni richiedono la presentazione di: fattura pro forma, originale della fattura, documento di spedizione, certificato di origine. Certificato di conformità agli standard di qualità e sicurezza del Paese.

Le autorità doganali ufficiali, in caso di importazioni di merci sul mercato locale, (ad eccezione delle zone a porto franco) richiedono:

  • il modulo di autorizzazione per l'importazione di merci;
  • l'ordine di consegna di un agente di spedizioni indirizzato ad un'azienda autorizzata;
  • la polizza di carico doganale per le spedizioni maritti
  • il permesso di importazione per merci soggette a restrizioni, rilasciato dalla agenzie competenti
  • la fattura originale indirizzata ad un importatore autorizzato nel Paese (possibilmente in lingua inglese) ; essa deve contenere le seguenti informazioni: quantità totale, descrizione delle merci e valore di ogni articolo e valore totale;
  • il certificato di origine rilasciato dalla Camera di Commercio del Paese d'origine, comprovante l'esatta indicazione della provenienza della merce; il certificato dovrà essere redatto sul formulario comunitario;
  • il documento di trasporto con l'esatta indicazione di peso , tipologia di imballaggi e codice doganale di ogni articolo compreso nella spedizione;
  • copia della licenza commerciale sia dell’acquirente che del venditore;
  • modulo di esenzione delle imposte doganali, nel caso in cui siano soddisfatti i requisiti per potersene avvalere.

 

COSA VENDERE IN OMAN

L'Oman tributa un grande apprezzamento per il made in Italy, sia nei settori industriali  che in quelli consumer tipici, sebbene l’Italia sia scarsamente rappresentata tra i paesi che esportano direttamente in Oman.

 

Caratterizzati da una elevata ricchezza di base, i consumi interni risultano in costante aumento e si uniformano a stili occidentali con una forte domanda di beni e servizi di gamma medio-alta nei comparti food, fashion, arredamento, personal care (medical & wellness), communication, educational, entertainment.

Su circa 2,8 milioni di persone, 700.000 circa sono gli stranieri che risiedono e lavorano in Oman (molti Occidentali) e che esprimono stili di consumo sempre più vicini a quelli nordamericani ed europei.

 

PRODOTTI ALIMENTARI:

I prodotti italiani quali l'alimentare, l'arredo e l'abbigliamento sono particolarmente apprezzati in Oman.

I prodotti alimentari vengono distribuiti, principalmente, dalle seguenti societa': Carrefour, Al Fair, Sultan Centre e Lulu.

 

ARTICOLI DI ABBIGLIAMENTO (ANCHE IN PELLE E PELLICCIA):

Le imprese che importano i prodotti di abbigliamento e gli accessori sono, generalmente, di piccole dimensioni.

 

MOBILI:

Gli arredi italiani, particolarmente apprezzati in Oman, sono difficilmente reperibili in loco e pertanto potrebbero rappresentare una valida opportunità di business.

 

PRODOTTI DELLE MINIERE E DELLE CAVE:

Marmo

 

MACCHINARI ED APPARECCHIATURE:

Macchine per la lavorazione dei marmi, macchinari in generale